Praia a Mare

Situata nell'incantevole Riviera dei Cedri, un lungo tratto della costa tirrenica cosentina, Praia a Mare fu per anni frazione marinara della vicina Aieta, solo nel 1928 divenne comune autonomo; la presenza umana sul territorio risale al Paleolitico, numerosi strumenti litici sono stati portati alla luce nelle grotte del Monte Vingiolo dov'è ubicato il Santuario della Madonna Della Grotta.

Durante l'Alto Medioevo, nelle suddette grotte fu edificato il monastero di Sant'Elia dai basiliani, monaci che arrivarono nelle regioni meridionali, dall'Oriente, per sfuggire alle persecuzioni iconoclaste. Intorno al monastero basiliano si svilupparono le prime abitazioni del villaggio, abitato da contadini e pescatori, che segnarono la nascita dell'attuale città. Con il boom turistico avvenuto negli anni '80 sono nate numerose strutture ricettive e moderni complessi residenziali; oggi Praia a Mare è un comune di circa settemila abitanti, detti "praiesi".

L'etimologia del nome "Praia" è ancora oggi incerta, la località ha assunto nel tempo varie denominazioni: intorno al X secolo "Plaga Sclavorum" (Spiaggia degli Sclavoni) per la presenza di una grossa colonia di Slavi, inviati dall'Imperatore d'Oriente per contrastare il dominio dei Saraceni; poi “Plaga Sclavorum” (Spiaggia degli Schiavoni) in ricordo dei traffici di merci e di uomini che caratterizzò nell'antichità la costa; in tempi più recenti “Praia d'Aieta” (Spiaggia d'Aieta), fino a quando riacquistò la sua autonomia amministrativa.

La patrona di Praia a Mare, che si festeggia ogni anno il 15 agosto, è la Madonna della Grotta. La mattina di Ferragosto, al termine della messa, la statua della Madonna lascia la grotta e viene portata in processione per le vie del paese fino alla chiesa del Sacro Cuore, nel pomeriggio viene imbarcata per la caratteristica processione a mare, seguita da imbarcazioni addobbate a festa; la giornata si conclude con i suggestivi fuochi pirotecnici.

Dopo una giornata trascorsa in spiaggia, ci si può rilassare con una bella passeggiata tra i secolari platani del viale principale, Viale della Libertà, o lungo il chilometrico Lungomare Francesco Sirimarco, da cui è possibile ammirare un suggestivo paesaggio costiero racchiuso tra capo Palinuro e capo Scalea.

Chi sceglie Praia a Mare come meta per le proprie vacanze è sicuramente amante del mare, ma anche della montagna; la sua conformazione geografica, caratterizzata dalla presenza di scenari marini e paesaggi montani a ridosso della zona costiera, regala esperienze uniche.

La lunga spiaggia, a tratti sabbiosa e ciottolosa, caratterizzata da faraglioni, scogli ed anfratti, trova la sua massima espressione con l’incantevole scogliera di Fiuzzi, di fronte la quale s'innalza la maestosa Isola di Dino.

Privacy Policy | Cookie Policy © Gerardo Iannella P.IVA IT07608750639